Notizie campeggi

L’estate d’oro dei campeggi in Spagna: l’occupazione è stata da record

Secondo i dati della Federazione Spagnola dei Campeggi (FEEC), l'occupazione media nazionale ha raggiunto un ottimo 90% nei mesi di luglio e agosto, con centinaia di stabilimenti completamente esauriti

L’estate 2023 è stata un periodo straordinario per il settore dei campeggi in Spagna, con risultati eccezionali nell’occupazione e un afflusso costante di viaggiatori. Secondo i dati della Federazione Spagnola dei Campeggi (FEEC), l’occupazione media nazionale ha raggiunto un ottimo 90% nei mesi di luglio e agosto, con centinaia di stabilimenti completamente esauriti. Questa tendenza positiva dovrebbe perdurare fino al 10 settembre.

L’estate dei camping spagnoli stata caratterizzata da un inizio un po’ incerto, con l’instabilità del tempo che ha interessato soprattutto il nord della penisola spagnola, comprese regioni come Galizia, Asturie, Cantabria e Paesi Baschi. Tuttavia, a partire dalla metà di luglio fino alla fine di agosto, il settore ha visto un’occupazione media del 90%, confermando le previsioni di oltre 25 milioni di pernottamenti e 5 milioni di viaggiatori nel periodo dal 15 giugno al 15 settembre.

Nonostante i successi nell’occupazione, il settore dei campeggi ha dovuto affrontare una sfida importante, rappresentata da una diminuzione del 25% nella spesa dei clienti interni rispetto agli anni precedenti. Questo significa che, nonostante il grande numero di clienti, il reddito finale degli stabilimenti è stato influenzato negativamente dai minori consumi, in particolare nei ristoranti e nelle attività di tempo libero all’interno dei campeggi. Un aspetto interessante è che la spesa nei supermercati all’interno dei campeggi è aumentata del 5%, suggerendo che i visitatori hanno preferito consumare nei bungalow e sulle piazzole piuttosto che nei ristoranti e nei bar sulla spiaggia all’interno dei campeggi.

Ana Beriain, presidente della FEEC, ha commentato l’estate eccezionale del settore dei campeggi in Spagna, sottolineando quanto sia importante per le famiglie staccare la spina per qualche giorno, rilassarsi e dimenticare i problemi quotidiani. Nonostante il difficile momento economico che l’Europa sta vivendo, i viaggiatori sembrano attribuire un grande valore all’esperienza di campeggio, contribuendo così al successo di un settore che ha dimostrato di essere resiliente e in crescita.

In conclusione, l’estate 2023 è stata davvero eccezionale per i campeggi in Spagna, con occupazione record e una costante affluenza di viaggiatori. Tuttavia, il settore deve affrontare la sfida delle spese dei clienti al ribasso, ma la sua capacità di adattamento e la sua attrattiva per le famiglie lo rendono un segmento importante del turismo spagnolo. La lezione chiave è che, nonostante le difficoltà economiche, il desiderio di una pausa estiva rimane una priorità per molti.

© Riproduzione Riservata