Europa in camping

Camping a Minorca, la più verde e selvaggia delle Baleari 

Riserva della Biosfera Unesco con parchi naturali e litorali paradisiaci, dove le soluzioni turistiche open air sono perfettamente inserite nel paesaggio

Minorca è l’isola più a nord dell’arcipelago delle Baleari, la più tranquilla, incontaminata e tutelata per l’incredibile patrimonio di biodiversità. La destinazione perfetta per una vacanza immersiva nella natura, e nelle tradizioni di una realtà ancora molto legata all’antica cultura catalana, atmosfere autentiche che non sono state trasformate con l’avvento del turismo di massa. 

Nei centri di Mahon e Ciutadella, i principali dell’isola, si trovano ancora piccole botteghe e laboratori artigianali di abarcas, le tipiche calzature minorchine. Non mancano i negozietti dove trovare il famoso formaggio di Minorca, il “Mahón-Menorca DOP”, prodotto gastronomico d’eccellenza delle Baleari prodotto esclusivamente sull’isola.

Spiagge dorate e mare tranquillo a sud, coste impervie e frastagliate a nord, baciate dalla Tramontana, ideali per praticare surf e windsurf, e poi tantissimo verde. Minorca è Riserva della Biosfera Unesco dal 1993, un’isola incontaminata dove è possibile svolgere tantissime attività, lunghe passeggiate, trekking, mountain bike e persino equitazione. Tra i tesori naturalistici e culturali dell’isola troviamo  il Camí des Cavals, ovvero il “Sentiero dei Cavalli”: si tratta di un itinerario percorribile anche al trotto, di ben 185 km suddivisi in 15 tappe. 

Trascorrere una vacanza en plein air a Minorca significa scoprire l’identità e la bellezza di un paradiso ancora intonso delle Baleari. I campeggi sono inoltre un’opzione economica e rilassante, a stretto contatto con la natura, vicini al mare e alle migliori spiagge dell’isola. L’offerta delle strutture è limitata per tutelare al massimo l’ambiente, tuttavia, la qualità, i servizi e le strutture sono eccellenti.

Camping a Minorca

Attualmente a Minorca si trovano due campeggi. Il Campeggio Les Baléares – Son Bou è situato vicino alla spiaggia di Son Bou e alla città di Alaior, a sud-est dell’isola. Si tratta del camping più grande dell’isola con 70.000 m² di pineta e ampie aree verdi, una grande piscina e tanti servizi. 

Ben organizzato anche il Campeggio S’Atalaia, vicino alla città di Ferreries, lungo la costa meridionale. La struttura si trova molto vicino alla spiaggia di Cala Galdana, una delle più belle spiagge con tutti i tipi di servizi, a poca distanza anche da Cala Trebalúger, Cala Mitjana, Macarella, Cala Escorxada o Binigaus, considerate delle vere e proprie perle di Minorca. 

Oltre a questi due camping, esiste uno spazio per il campeggio a condizioni di utilizzo specifiche e limitate: si tratta del Biniparratx Camp, a sud-est dell’isola, tra Cap d’en Font e Binidalí. L’area è di proprietà pubblica, gestita dall’Instituto de la Juventud de Menorca, con l’obiettivo di offrire uno spazio a giovani e bambini per partecipare ad attività educative, culturali, ricreative e/o formative. Possono usufruire delle strutture ed alloggiare in tende anche le famiglie che desiderano partecipare congiuntamente alle attività educative.

Parco Naturale di s’Albufera des Grau, il polmone verde dell’isola

Minorca è Riserva della Biosfera Unesco, e l’epicentro dell’area protetta è il Parco Naturale di s’Albufera des Grau, uno dei luoghi più affascinanti da esplorare. Dichiarato Parco Naturale nel 1995, conta 5.000 ettari di laguna che si estende nella parte nord-est per circa 2 km: terra, mare e sistemi di dune e isolotti ricchissimi di specie.  

Grazie alla diversità di habitat e paesaggi, prospera una flora eterogenea: olivo selvatico, lentisco, maggiociondolo, faggete nelle zone più umide, e vegetazione dunale dove la sabbia incontra il mare, con distese di timo e cardi selvatici, cespugli e rovi. Generosa anche la flora sottomarina: nelle acque cristalline della laguna si trovano alcune delle più grandi praterie di Posidonia del Mediterraneo, in ottimo stato di conservazione.

I diversi habitat del Parco consentono anche la prosperità di una ricca fauna che abita il mare, la terra e il cielo: S’Albufera d’Es Grau è il luogo ideale per gli amanti del birdwatching, qui è facile avvistare aironi, cormorani e rapaci come l’aquila pescatrice, il falco pescatore o il nibbio. Non mancano le specie anfibie, tra cui la sargantana nera, una lucertola unica al mondo che si trova solo sugli isolotti interni del Parco.

Per chi desidera fare un tuffo nelle acque trasparenti del Parco, Platja d’Es Grau o Cala Tortuga sono spiagge perfette per concedersi un po’ di relax, così nelle numerose calette selvagge che disegnano la costa, bellissima Cala Morella Nou. Appartiene ad S’Albufera d’Es Grau anche la paradisiaca Illa de Colom, un isolotto di 58 ettari separato dall’isola madre da uno stretto di soli 200 metri attraversabile a piedi.

© Riproduzione Riservata