Notizie campeggi

Ecco come aderire al codice di condotta europeo per la condivisione dei dati del settore turistico

Lo sviluppo dell'economia dei dati a livello comunitario è essenziale perché il settore turistico rappresenta il 10% del PIL dell'Unione Europea

I dati relativi al turismo stanno diventando sempre più importanti e rappresentano una risorsa essenziale per strutturare azioni di competitività, progettare innovazione e costruire nuovi posti di lavoro. Lo sviluppo dell’economia dei dati a livello comunitario è essenziale perché il settore turistico rappresenta il 10% del PIL dell’Unione Europea. Consapevoli di questo, 20 organizzazioni che rappresentano il settore viaggi e il turismo nella Comunità Europea hanno firmato un codice di condotta per la condivisione dei dati.

Lavorare con le informazioni ufficiali non è semplice per le imprese e anche per le organizzazioni. Per questo lo sharing dei dati di alta qualità, in formato accessibile e rispettosi degli obblighi di privacy, sta rappresentando anche un modo ufficiale per fare rete.

Il CoC non è un documento vincolante, ma piuttosto uno strumento regolatore per la condivisione delle informazioni, quindi un sistema per creare una partnership che ha per fondamento la cooperazione e la fiducia tra le organizzazioni aderenti.

Le 20 organizzazioni firmatarie del codice di condotta per la condivisione dei dati

La European Travel Commission (ETC) da promotrice è naturalmente tra i firmatari del codice di condotta. Hanno aderito poi Associazione Italiana Turismo Responsabile (AITR), Comitato Internazionale dei Film Festival del Turismo (CIFFT), European Boating Industry (EBI), European Cyclists’ Federation (ECF), European Travel Agents and Tour Operators Associations (ECTAA), European Historic Thermal Towns Association (EHTTA), European LGBTQ+ Travel Alliance (ELTA), European Travel Commission (ETC), eu travel tech (associazione dell’UE che rappresenta i distributori indiretti online di viaggi), Europa Nostra, Federazione europea delle associazioni di guide turistiche (FEG), Global Business Travel Association (GBTA), Hotels, Restaurants and Cafés in Europe (HOTREC), The Global Association for the Attraction Industry (IAAPA), International Social Tourism Organisation (ISTO), Mirabilia Network, NECSTouR, New Deal Europe, European Federation of Rural Tourism (RURALTOUR ) e Associazione Startup Turismo.

L’elenco delle agenzie non è definitivo. Aderire al codice di condotta per la condivisione dei dati è sempre possibile scrivendo a “info@visiteurope.com”, esprimendo il proprio interesse e includendo il logo dell’agenzia.

Gli obiettivi del CoC

Sono quattro i goal fissati sulla condivisione dei dati nel turismo:

  • Costruire la fiducia tra le parti interessate del settore turistico e fornire supporto strategico su come trarre vantaggio da partenariati di condivisione dei dati reciprocamente vantaggiosi nel settore del turismo.
  • Promuovere la condivisione dei dati nel settore del turismo all’interno dell’Unione Europea contribuendo nel contempo a un’architettura a livello internazionale per lo scambio di dati sostenendo una serie di principi e linee guida comuni per le parti interessate del settore turistico.
  • Promuovere nel settore del turismo gli sforzi globali dell’UE per creare gradualmente, con l’attuazione della strategia europea dei dati del 2020, un vero e proprio mercato unico dei dati.
  • Garantire condizioni di parità in cui il settore pubblico e privato e le parti interessate abbiano pari possibilità e opportunità nell’uso e nella condivisione dei dati nel turismo, in particolare sostenendo una serie di principi sullo scambio di dati.

Condividere i dati del comparto risponde infine ai bisogni di transizione digitale dell’industria turistica. Uno step indispensabilmente ricercato per accrescere la qualità del comparto anche in Europa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA