Europa in camping

Campeggiare nelle Isole Frisone, l’eden dei Paesi Bassi

Texel e le isole che costellano il nord dell’Olanda sono piccoli mondi dove la natura è protagonista, meravigliosa da vivere in campeggio

Le Isole Frisone olandesi e l’Isola di Texel, che appartiene alla provincia del Noord-Holland, sono delle destinazioni perfette per chi ama le realtà autentiche, fatte di antiche tradizioni e forti legami con l’ambiente che le circonda. Qui il tempo sembra avere tutt’altro ritmo rispetto al resto del Paese, e la vita scorre lenta e rilassata. Nei villaggi di pescatori si parla con orgoglio il frisone, lingua riconosciuta, e nelle campagne, le greggi di pecore al pascolo si spostano come nuvole nei prati verdi, idilli che sembrano usciti dalle favole, a contrasto con le paludi salmastre e le lande fangose, paesaggi desolati ma allo stesso tempo affascinanti delle pianure litoranee del Waddenzee, incredibili patrimoni di biodiversità inserite nella lista dei Patrimoni UNESCO dal 2009. 

Texel, Vlieland, Terschelling, Ameland e Schiermonnikoog, sono isole circondate dal Mare di Wadden a sud, e dal il Mare del Nord a settentrione, destinazioni bellissime da raggiungere durante la bella stagione. Il periodo migliore è quello compreso tra maggio e settembre, poiché le precipitazioni sono minori e le ore di sole sono molte, ma anche ottobre può essere molto piacevole. 

Cosa fare nelle Isole Frisoni

Piccole isole con tante attività da svolgere all’aria aperta, a cominciare dai bellissimi percorsi escursionistici che esplorano le distese di fango. L’ideale è seguire un tour in compagnia di guide esperte che vi racconteranno tutte le curiosità di questo ecosistema unico. Da non perdere anche i percorsi lungo una rete di sentieri in legno che si snodano tra le dune, altri preziosi habitat dove la natura è sovrana. Il consiglio è quello di camminare sempre con un binocolo a portata di mano, potreste avvistare qualche esemplare di foca spiaggiata lungo il litorale. Le Isole Frisone sono il loro regno e sono numerose le attività che si occupano della loro salvaguardia. Alcuni centri che operano sulle isole, hanno sede in terraferma, come il Zeehonden Centrum, centro di riabilitazione e ricerca che si occupa di questi dolcissimi animali, situato a Pieterburen, lungo la costa della Frisia Continentale. 

Oltre ai percorsi da trekking, esiste una rete ben sviluppata di piste ciclabili che corrono parallele alla costa o nei piccoli centri, idillio che si fa necessità poichè in alcune delle Frisone Occidentali non è ammesso circolare in auto. Le biciclette sono sempre ammesse a bordo dei traghetti i quali offrono un servizio molto efficiente e puntuale durante la stagione estiva. Le linee marittime consentono di saltare da un’isola all’altra, ad esempio prendendo il traghetto dal porto di Harlingen a Vlieland o Terschelling. Tutte le Frisone sono comunque servite da una rete di autobus, ed è possibile noleggiare anche in loco le biciclette in uno dei diversi negozi vicini al porto. 

Non dimenticate che l’estate nelle Isole Frisone è anche mare, soprattutto quelle  della Frisia Occidentale come Ameland, Terschelling, Schiermonnikoog, note per le loro spiagge capaci di attirare numerosi bagnanti. La temperatura dell’acqua nel Mare del Nord può raggiungere i 20 °C in luglio e agosto, e, soprattutto per i locali, è l’ideale per rinfrescarsi un po’. Le brezze del nord sono  invece un richiamo anche per velisti, windsurfisti e kitesurfisti.

Spiaggia di Texel, photo credit: Karsten Würth 

Campeggio nelle Isole Frisone

Texel, e le Isole Frisone Vlieland, Terschelling, Ameland e Schiermonnikoog sono destinazioni ideali per trascorrere delle vacanze in campeggio indimenticabili. Alcuni considerano Schiermonnikoog un vero e proprio paradiso per il camping poiché qui è possibile soggiornare solo in tenda. 

Veri e propri eden ma dalle regole ferree, dove non è possibile transigere: come in tutta l’Olanda, il campeggio libero è severamente vietato, inoltre non è concesso sostare liberamente su proprietà private e bivaccare. Le infrazioni vengono sanzionate con multe che possono superare i 500 euro a persona. Queste regole valgono per le tende ma anche per i camper e tutte le forme di campeggio.

Il consiglio è sempre quello di informarsi per tempo prima di raggiungere la vostra destinazione, ed assicurarvi il soggiorno in una struttura adibita. Dovete sempre considerare che dopo un certo orario non è più possibile tornare in terraferma con il traghetto e senza possibilità di pernottamento potreste essere sanzionati.  

© Riproduzione Riservata