Notizie campeggi

Ecco come la Francia sviluppa il Bike Camp

Accueil Vélo si è associato a FNHPA (Fédération nationale de l'Hôtellerie de plein air) per incoraggiare i gestori di campeggi ad abbracciare l'ADN Tourisme. Lo Stato finanzia gli strumenti per accogliere i campeggiatori in bici

Con oltre 22.000 chilometri di piste ciclabili e greenway, la Francia è diventata una destinazione preferita dai cicloturisti. Tra le opzioni di alloggio preferite, proprio i campeggi rappresentano la scelta principale per chi ama esplorare il paese su due ruote. Per promuovere e sviluppare ulteriormente questa offerta, Accueil Vélo si è associato a FNHPA (Fédération nationale de l’Hôtellerie de plein air) per incoraggiare i gestori di campeggi ad abbracciare il Bike Camp. Questa collaborazione offre opportunità concrete per i gestori dei campeggi francesi, inclusi sostegni finanziari attraverso il Fondo per il Turismo Sostenibile, al quale la FNHPA ha attivamente contribuito.

Visibilità per i camping francese aperti ai cicloturisti

Partecipare a questa iniziativa significa entrare a far parte di una rete nazionale di oltre 6.400 stabilimenti referenziati. Ciò non solo fornisce visibilità ai camping che aderiscono, attraverso la geolocalizzazione, ma anche tramite la promozione delle strutture su www.francevelotourisme.com/accueil-velo. Consente anche l’inclusione nelle topoguide ciclistiche e nei volantini turistici. L’adesione al programma si traduce in una maggiore “esposizione” dei campeggi al cicloturismo. Distinguersi in questo modo implica l’offerta di attrezzature e servizi adeguati e di qualità.

Lo stato finanzia l’acquisto di attrezzature utili

A partire dal 2024, il programma di Sviluppo del Cicloturismo si è arrichito con l’ampliamento del catalogo delle attrezzature e semplificazioni delle condizioni. ADEME, l’Agenzia francese per la transizione ecologica, finanzia attrezzature e servizi in linea con il marchio Accueil Vélo. Ciò include parcheggi per biciclette, stazioni di ricarica per biciclette elettriche, terminali di riparazione, terminali multifunzione e depositi bagagli sicuri. Il finanziamento può coprire fino al 55% dell’importo HTR (al netto dell’imposta recuperabile), con dettagli disponibili sul sito web.

© Riproduzione Riservata