Notizie campeggi

Gli italiani hanno speso 25 miliardi di euro per le vacanze estive

Secondo l'analisi di Coldiretti/Ixe l'Italia ha dimostrato di essere una destinazione di viaggio al passo con i tempi, con un forte focus sulla sostenibilità. Stimate 14 milioni di presenze nel 2023

L’estate 2023 ha rappresentato un periodo eccezionale per il turismo italiano, con 37,5 milioni di italiani che hanno scelto di godersi una pausa estiva, spendendo complessivamente 25 miliardi di euro. Questo dato impressionante, che denota un aumento del 4% rispetto all’anno precedente, è emerso dal primo bilancio Coldiretti/Ixe’ in occasione della Giornata Mondiale del Turismo promossa dall’UNWTO il 27 settembre, con un particolare focus sugli investimenti green.

Cambiamenti nei periodi di viaggio:
L’analisi dei dati rivela interessanti cambiamenti nei periodi di viaggio degli italiani. Un calo dei turisti nazionali è stato riscontrato nei mesi di giugno ed agosto, mentre luglio e settembre hanno visto un notevole aumento di visitatori. Questo trend è stato favorito dal clima mite e dai costi più bassi in queste stagioni.

Vacanze più brevi e più lunghe:
Un altro aspetto rilevante è la variazione nella durata delle vacanze. Mentre il 50% degli italiani ha optato per una vacanza di meno di una settimana, il 25% ha scelto di trascorrere tra 1 e 2 settimane al mare o in altre destinazioni. Sorprendentemente, un fortunato 4% ha esteso la propria vacanza per oltre un mese. Questi numeri dimostrano la flessibilità degli italiani nel pianificare le proprie vacanze estive. Oltre al mare, sono state particolarmente apprezzate le scelte alternative, come la visita di parchi, campagne, montagne e piccoli borghi, con ben il 72% degli italiani in vacanza che ha dichiarato di esplorare queste destinazioni, talvolta con semplici gite in giornata.

Riscoperta delle Meraviglie Italiane:
Le vacanze del 2023 hanno evidenziato una chiara preferenza per le mete nazionali. Questo è stato guidato dalla prossimità ai luoghi di residenza, dal desiderio di riscoprire le bellezze d’Italia e dalla voglia di ritornare in luoghi già conosciuti e apprezzati in passato. Questa preferenza si basa sulla fiducia nell’ambiente, nei servizi e nelle persone. Tuttavia, il 28% degli italiani, oltre 1 su 4 tra coloro che viaggiano, ha scelto di trascorrere una vacanza all’estero, spesso attratti dalle offerte più convenienti.

Diversità nelle opzioni di alloggio:
Per quanto riguarda le opzioni di alloggio, la maggioranza degli italiani in viaggio ha preferito alloggiare in case di proprietà, da parenti o amici, o in appartamenti in affitto. L’industria alberghiera è in ripresa, superando i bed and breakfast in termini di popolarità. Tuttavia, tra le preferenze degli italiani spiccano anche i 25.000 agriturismi presenti in Italia. Questo settore è stato spinto dalla crescente ricerca di un turismo più sostenibile, che ha portato le strutture ad ampliare l’offerta con servizi innovativi per sportivi, nostalgici, curiosi e ambientalisti, oltre a offrire attività culturali come visite a percorsi archeologici o naturalistici e benessere.

L’Italia, leader del turismo green:
Secondo l’analisi Coldiretti/Ixe’, l’Italia ha dimostrato di essere una destinazione di viaggio al passo con i tempi, con un forte focus sulla sostenibilità. Nel 2023, il turismo italiano è stato caratterizzato da una preferenza per le mete nazionali e un’apertura verso il turismo all’estero. Gli italiani hanno dimostrato flessibilità nella durata delle vacanze e una crescente attenzione per le opzioni di alloggio sostenibili. Questa tendenza è supportata dai quasi 14 milioni di presenze stimate nel 2023, tra ospiti italiani e stranieri, lungo tutto il territorio nazionale, consolidando l’Italia come leader nel turismo green, secondo le previsioni di Terranostra.

© Riproduzione Riservata