Notizie campeggi

I campeggi della Bassa Sassonia lanciano un segnale forte per la protezione del clima

Con il progetto pionieristico "Campeggi ecologici in Bassa Sassonia", il land si distingue per l’offerta camping sempre più virtuosa

Lo stato federato Niedersachsen, “Bassa Sassonia”, a nord-ovest del Paese, segue un piano che si delinea come un forte esempio per la tutela del clima. Il land più grande della Germania dopo la Baviera, punta tutto sulle logiche green per la tutela dell’ambiente e per la qualità dei soggiorni camping, input significativo al turismo verde. Dal 2023 si distingue per il progetto “Campeggi ecologici in Bassa Sassonia”, sponsorizzato dal governo statale della Bassa Sassonia e organizzato dal BVCD Niedersachsen, un piano d’azione che ha riscosso un grande interesse da parte delle strutture presenti nell’area. 

Il progetto si propone di raggiungere una maggiore consapevolezza sulle tematiche ambientali, piani ambiziosi di protezione del clima e risparmio di CO2. Una logica che ben si sposa alla tutela dei territori del land, che custodiscono un importante patrimonio di biodiversità, paesaggi di foreste, pianure fluviali, brughiere e lande, sapientemente alternati a terreni agricoli; e ancora l’affaccio sul mare del Nord e le isole Frisone, nei campeggi in Bassa Sassonia si può soggiornare in mezzo a una grande varietà naturale. Nella Bassa Sassonia si trova inoltre la Landa di Luneburgo, la più ampia e continua brughiera in Europa, una delle destinazioni più rinomate per le vacanze in campeggio di tutta la Germania.

Campeggi ecologici in Bassa Sassonia, il piano 

A medio e lungo termine, i campeggi del Niedersachsen attueranno il piano per la protezione del clima che comprende una serie di misure tecniche, quali: 

  • costruzione di impianti fotovoltaici;
  • installazione di pompe di calore;
  • miglioramento dell’isolamento degli edifici;
  • ottimizzazione dei consumi e dell’uso del calore residuo.

I singoli piani d’azione comprendono anche aspetti progettuali, come: 

  • ombreggiamento e inverdimento degli edifici;
  • uso dei trasporti pubblici per gli spostamenti e le escursioni;
  • adeguamento dei negozi, locali e ristoranti dei campeggi con approvvigionamento di prodotti locali. 

© Riproduzione Riservata