Notizie campeggi

I camping catalani puntano sulla sostenibilità: “Diamo forma ad un futuro sempre più verde”

In occasione del Congrés de Càmpings de Catalunya, è stato delineato l’obiettivo principale delle realtà catalane open air: la sostenibilità

Lo scorso 25 e 26 aprile 2024 si è svolto il primo congresso dei campeggi di Catalogna presso il Camping Vilanova Park di Vilanova i la Geltrú, nella comunità autonoma della Catalogna. L’ evento è stato organizzato dall’Associazione Catalana dei Campeggiatori e sostenuto dall’Agenzia del Turismo della Catalogna. Hanno partecipato alla kermesse numerosi imprenditori del settore provenienti dalle regioni di Barcellona, Lleida, Girona, con la Costa Brava, e Tarragona, con la Costa Dorada, ma anche esperti spagnoli ed europei di turismo, economia, politica e scienza.

“Plasmare un futuro più verde”: l’industria del campeggio catalana punta a diventare più sostenibile

Gli obiettivi principali del congresso erano chiari: rafforzare la Catalogna come destinazione di turismo open air, mettere in contatto esperti del settore e, soprattutto, la promozione della sostenibilità dei campeggi. Particolare attenzione è stata rivolta alle strategie future e alle misure concrete su come i campeggi possono ottimizzare il consumo di energia e acqua, contrastare il cambiamento climatico e preservare le risorse naturali. Un confronto aperto presenziato dal presidente dell’Associazione spagnola dei campeggiatori, al quale hanno partecipato scienziati, esperti di turismo, un meteorologo e altre persone qualificate sono stati ospiti al tavolo dei relatori e nelle tavole rotonde.

I rappresentanti delle associazioni di campeggiatori di Catalogna, Francia, Italia e Danimarca si sono focalizzati sulle sfide e sulle opportunità che le strutture camping devono e possono affrontare in tempi di cambiamenti climatici e digitalizzazione, un futuro che corre veloce ma sempre più alla ricerca delle origini, in connessione con la natura. Il moderatore e imprenditore Ralph Heinze, in occasione di un panel internazionale, ha fatto il punto con gli “opinion leader dell’industria europea del campeggio” delle direzioni da prendere in futuro.

Nei giorni del convegno erano presenti personalità del settore tra cui: Uwe Frers, CEO di PiNCAMP , Ramon van Reine, CEO di ACSI, Josipa Cvelic-Bonifacic PhD, Assistant Professor presso la Facoltà di Management del Turismo e dell’Ospitalità di Opatija e iniziatore del programma di studio “Study Master Of Sustainable Outdoor Hospitality Management”, e Martin Rolletschek, ingegnere ambientale, consulente e auditor di ECOCAMPING. 

Martin Rolletschek ha sottolineato la crescente importanza dei campeggi che conservano le risorse e migliorano la loro qualità e l’impronta di carbonio, portando l’esempio degli oltre 210 campeggi in otto Paesi europei che hanno ottenuto il riconoscimento ECOCAMPING. Anche in Catalogna, ECOCAMPING utilizzerà la sua pluriennale esperienza e competenza per sostenere i campeggi impegnati a diventare ancora più sostenibili.

© Riproduzione Riservata