Notizie campeggi

Il 28% degli italiani ha scelto il campeggio come opzione di alloggio

La preferenza per le esperienze all'aperto è in costante crescita

Secondo uno studio condotto da Enit – Agenzia Nazionale del Turismo in collaborazione con Human Company e l’Istituto Piepoli, il 90% degli italiani sta già programmando le vacanze estive e la preferenza per le esperienze all’aperto è in costante crescita. I viaggi legati all’outdoor stanno diventando particolarmente attraenti per le fasce di età comprese tra i 35 e i 54 anni. Negli ultimi due anni, si è registrato un aumento significativo della propensione al campeggio, con uno su due che opta per weekend escursionistici. L’Enit riporta che il 28% degli italiani ha scelto il campeggio come opzione di alloggio.

Pianificazioni autunnali e invernali

Non solo l’estate attira gli italiani in cerca di un posto in campeggio. Quattro su dieci stanno già pianificando un periodo di vacanza per l’autunno o l’inverno successivi. Il 28% si è concentrato sul periodo natalizio, mentre il 21% ha programmato una fuga per il Capodanno. La maggioranza ha scelto di rimanere in Italia (65%), mentre il 20% ha optato per destinazioni all’estero, e il 12% sceglierà una combinazione di entrambi.

Campeggio in aumento

Per quanto riguarda le strutture di alloggio, oltre il 20% degli italiani ha scelto soluzioni all’aperto, segnando un aumento rispetto all’anno precedente. La durata media del soggiorno per le vacanze en plein air è stata di oltre 8 giorni. La libertà (38%) e la connessione con la natura (22%) sono state le principali motivazioni per questa scelta.

La spesa media complessiva è stata di 1.918 euro

A livello di spesa, c’è una tendenza all’incremento degli investimenti per le esperienze in camping. Mentre la spesa media complessiva è stata di 1.575 euro, per le vacanze all’aria aperta si è registrato un aumento del 22%, arrivando a 1.918 euro. La fascia di spesa più comune per l’outdoor è tra 1.001 e 2.000 euro, scelta dal 35% dei partecipanti.

Le regioni preferite

Sul podio delle regioni, la Puglia si posiziona al primo posto con il 13%, seguita dalla Sicilia (11%), e a breve distanza la Toscana e l’Emilia-Romagna (entrambe al 10%). Per i vacanzieri outdoor, la Toscana è la preferita (17%), seguita dalla Sicilia (16%) e dalla Puglia (13%).

© Riproduzione Riservata