Notizie campeggi

Presentati alla Camera i dati dell’osservatorio Outdoor 2024 di Human Company e Thrends

Oltre 56 milioni di presenze previste per l’estate del 2024, con il 53% dell’ indotto straniero

I dati dell’Osservatorio sul turismo outdoor Human Company e Thrends sono stati presentati alla Camera dei Deputati, un importante supporto agli operatori del settore in quanto utile lettura che si può dare al mercato. Partecipi alla conferenza stampa l’onorevole Gianluca Caramanna, consigliere del Ministro del Turismo di Fratelli d’Italia, e il senatore della Lega Gianmarco Centinaio, vicepresidente del Senato. In collegamento Alberto Granzotto, presidente di Faita-Federcamping. 

Si evince che la stagione 2024, in riferimento al periodo estivo e non alla totalità dell’anno, si prospetta in linea con quella passata del 2023, in aumento dell’1% rispetto al periodo pre-pandemico (55,9 registrato nel 2019), con oltre 56 milioni di presenze previste per l’estate del 2024, con il 53% di presenze straniere.

In occasione dell’incontro, l’onorevole Caramanna ha evidenziato: “Il turismo all’aria aperta ha un ruolo centrale: i numeri sono in crescita e le potenzialità sono considerevoli, grazie soprattutto ai 33 milioni di euro stanziati per il settore: oggi, anche grazie alle risorse del Pnrr, possiamo consentire di rilanciare, attraverso la riqualificazione delle strutture, una realtà che è sempre più apprezzata dai turisti”.

L’onorevole Centinaio aggiunge: “Consapevoli che il turismo sia una voce fondamentale della nostra economia, ora è necessario alleggerire la burocrazia per consentire alle istituzioni locali e alle Regioni di rilanciare l’open air”. 

In sede di presentazione, ha partecipato anche Alberto Granzotto, presidente di Faita-Federcamping, in collegamento dal Nordest, regioni leader in Italia del settore. Il presidente ha dichiarato: “Il modello del Nordest deve essere da esempio per guidare tutte le altre regioni nella crescita qualitativa per attrarre nei campeggi e nei villaggi turistici quella parte di turismo straniero che è sempre più importante. Bisogna puntare a investire sull’innovazione e innalzare ulteriormente il grado di sostenibilità delle strutture, già orientate da tempo in questa direzione, così come sta avvenendo in altri Paesi europei, dove l’open air è diventato determinante, con il mercato olandese che è cresciuto di oltre il 29% da inizio 2023, e quello tedesco che è aumentato del 20%”.

In riferimento alla politica ha aggiunto: “In Italia c’è bisogno di un quadro normativo che consenta una maggiore tranquillità per le imprese che vogliono investire. Penso agli ostacoli in tema di installazione delle mobil home, o ad altre rigidità che mortificano le nostre imprese rallentandone la crescita e la competitività”. 

Per approfondire le tematiche della conferenza stampa, è possibile visionare qui il video.

© Riproduzione Riservata