Europa in camping

Vacanze in Albania, ecco perché sceglierla

Vicina ma allo stesso tempo “fuori dal radar”, distante dalle solite mete turistiche. Ricca di storia e natura incontaminata, perfetta per chi ama la vita all’aria aperta

Una bella alternativa, anzi bellissima, un gioiello incastonato tra Grecia e Montenegro, appena al di là di un braccio di mare, il “nostro” Adriatico. L’Albania è una meta ancora poco nota, vicinissima all’Italia ma allo stesso tempo “distante” dalle solite consuetudini vacanziere. Una destinazione che si rivela una vera e propria scoperta capace di sorprendere i viaggiatori con incredibili bellezze e prezzi molto competitivi. 

Spiagge e mare cristallino, città culturali e siti archeologici, entroterra ricco di tradizioni e delizie della buona tavola, parchi e natura selvaggia. Il Paese è una continua rivelazione, una realtà autentica saldamente legata alle proprie radici, meta sempre più richiesta anche dai campeggiatori che la scelgono come destinazione per le loro vacanze en plein air.

Campeggiare in Albania

L’Albania è una destinazione sempre più richiesta dai campeggiatori di tutta Europa, soprattutto dai camperisti, ma nel periodo estivo non manca chi ama soggiornare in tenda. In aumento anche gli italiani che desiderano scoprire una meta alternativa e non troppo distante da casa, ma soprattutto, una vacanza open air economica: mediamente per un pernottamento in un campeggio albanese si pagano dai 17 ai 20 Euro a notte, prezzo che potrebbe leggermente aumentare in alta stagione ma comunque molto competitivo rispetto ad altre destinazioni. 

Il settore dei campeggi in Albania è indubbiamente in crescita, ma è bene specificare che esistono ancora notevoli differenze da struttura a struttura, alcune addirittura illegali. Non è raro trovare soluzioni “di fortuna” dove le persone scelgono di trasformare il proprio giardino di casa in un’ “area camping”, o addirittura proporre i vialetti privati per offerire “simil postazioni” senza alcun genere di servizi.

Per chi sceglie di campeggiare in Albania, il consiglio è quello di affidarsi a strutture competenti e a norma, con validi servizi, di medio livello ma molto curati dal punto di vista della pulizia e della sicurezza. A partire dal 2024, alcuni camping sono stati inseriti nelle famose Guide dei campeggi ACSI. In tutte le strutture controllate dall’ACSI si trovano piazzole spaziose con elettricità e spesso anche un punto di erogazione dell’acqua.

Nonostante i campeggi albanesi non abbiano ancora raggiunto alti standard di lusso, si trovano spesso soluzioni situate in posizioni incantevoli, a poca distanza dai fiumi, dai laghi o dal mare. Pertanto, la maggior parte dei camping dispone anche di una spiaggia e della possibilità di nuotare in acque naturali.

Cosa vedere in Albania

L’Albania ha tutte le carte in regola per offrire le migliori proposte per una vacanza itinerante: mare, città e tanto verde. Il Paese ha molti parchi nazionali, la maggior parte dei quali offre l’ingresso gratuito. Anche la vivace capitale Tirana merita una tappa. Qui potrete fare una sosta al Bunk’Art2, museo della storia dell’Albania comunista, alla Casa delle Foglie, dedicato all’attività della polizia segreta e spionaggio durante la dittatura, e la Galleria Nazionale di Arte che racchiude opere di pittori albanesi dalla fine dell’Ottocento agli anni Duemila. In città si trovano anche numerose suggestioni interessanti e divertenti, tra bar e ottimi ristoranti di cucina locale e internazionale.

Se desiderate conciliare una vacanza di mare e cultura, esplorate la parte sud del Paese. Il centro di Valona è il punto di partenza ideale per andare alla scoperta della costa meridionale albanese lungo la quale si trovano le splendide spiagge di Dhërmi, Gjipë, Jalë, Himara, Qeparo, Borsh, Lukova e Pulebardha, molto apprezzate dalle famiglie con bambini piccoli per le acque basse e pulitissime. A Valona  appuntate anche una visita al Monastero di Zvernec, e una passeggiata nei dintorni della bella laguna circostante. A sud del Paese, da vedere anche il Castello di Kanina, il Parco Nazionale Marino della Penisola di Karaburun e l’Isola di Sazan.

Il nord dell’Albania è invece un paradiso per gli amanti del trekking. Scutari è il centro da dove partire per esplorare l’area settentrionale, dove si susseguono paesaggi incantati dalla natura selvaggia e incontaminata. Raggiungete anche la cittadina di Koman dove potrete imbarcarvi per un’escursione a bordo di un ferry boat navigando le acque del Fiume Drin che scorre lento tra le montagne e regala paesaggi sensazionali. Per gli amanti dei laghi, bellissimo quello di Prespa e di Ohrid, place to be per rilassarsi e dimenticare il caos.

© Riproduzione Riservata