Europa in camping

Camping in Andalusia, il fascino della Spagna meridionale

La regione più a sud del Paese vi conquisterà per i tesori naturali, le linee arabeggianti delle architetture e i “pueblos blancos”, i candidi paesini dell’entroterra. Lasciatevi inebriare dal profumo di erbe aromatiche e agrumi, quello di una terra dal carattere forte, come il suo ballo tipico, il flamenco

Una vacanza in Andalusia è l’ideale per un tuffo nella natura selvaggia, dalle colline arse dal sole, alle valli rigogliose delle alture, e per scoprire l’intreccio di culture che la rendono unica. Da sempre terra di incontri e tradizioni, di città palcoscenico come Siviglia, troneggiata dalla Cattedrale più grande di Spagna, città che ospita la piazza più scenografica del Paese, “Plaza de España”; Cordoba, con la sua chiesa un tempo moschea, mirabile architettura dove l’interno è un incredibile incontro di stili tra una fitta foresta di colonne, e poi Granada, dove spunta la magnifica Alhambra, la cittadella che fu residenza del sultano, custode di palazzi, logge, cortili e giardini profumatissimi, dove l’acqua diventa un elemento architettonico sapientemente dosato. 

L’Andalusia incanta anche con i bellissimi paesi bianchi della provincia di Cadice, conosciuti come “pueblos blancos”. Quello di Setenil de las bodegas, oltre ad essere imbiancato a calce ogni singola estate per fronteggiare le alte temperature, è un’incredibile simbiosi con la roccia che sembra abbracciare le abitazioni regalando degli scorci incredibili. Questo piccolo centro, così come gli altri gioielli, sono micro mondi che racchiudono la storia e le antiche usanze andaluse. 

Questa bellissima regione è anche natura incontaminata, brulla e assolata, verde e rigogliosa, un susseguirsi di paesaggi molto diversi e suggestivi. Tra le aree protette troviamo il Parco Naturale della Sierra Subbetica, situato nel sud della provincia di Cordova, il Parco nazionale di Doñana, 54.000 ettari che spaziano nei territori di Huelva e Siviglia, il Parco nazionale della Sierra Nevada, che si estende a sud-est di Granada fino all’area ad ovest di Almería, polmone verde dove svetta la cima più alta della penisola iberica, il Mulhacén, con un’altezza di 3.479 metri; il Parco naturale di Cazorla, Segura e Las Villas, area naturale di oltre 200.000 ettari nella provincia di Jaén, è l’ideale per soggiornare in campeggio poiché qui è possibile trovare numerose strutture. Molto indicata per fare camping anche l’Alpujarra di Granada, la zona collinare-montagnosa ai piedi della Sierra Nevada, nota per la pastorizia caprina che dona una materia prima davvero unica: una delle lane più pregiate di Spagna. 

Quando si pensa all’Andalusia impossibile non sognare le spiagge, amatissime dai turisti di tutta Europa che ogni stagione estiva registrano il tutto esaurito. La Costa de la Luz, si estende tra la provincia di Cadice e quella di Huelva affacciando sulle acque dell’Oceano Atlantico, mentre la Costa del Sol spazia  nella zona dell’Axarquia, in provincia di Malaga, bagnata dalle onde del Mar Mediterraneo. Scopriamo dove campeggiare per una vacanza al mare bellissima.

Playa La Rijana, Playa La Rijana, Gualchos, España |
Photo credit: Jorge Fernández Salas

Vacanza balneare in campeggio 

I campeggi andalusi lungo la Costa de la Luz non mancano, soprattutto nella provincia di Cadice. La costa che parte da Tarifa, la città più a sud della Spagna (a soli 14 chilometri dal Marocco), sino a El Puerto de Santa Maria, troverete tantissime proposte e di alta qualità ad un passo dalla spiaggia o con accesso diretto al litorale. Molto attrezzata anche la provincia di Huelva, soprattutto nelle località di Isla Cristina e Islantilla. Qui troverete strutture camping immerse nelle magnifiche pinete e nella natura selvaggia che costeggia la spiaggia. Anche in questa località i campeggi sono molto curati, ed è possibile trovare anche proposte glaming. 

Anche lungo la Costa del Sol, nella provincia di Malaga, è possibile scegliere tra numerosi campeggi, tendenzialmente più minimali rispetto a quelli di Costa de la Luz. Inoltre, in questa zona, le strutture sono localizzate più nell’interno, ma è possibile raggiungere la spiaggia con mezzo proprio, o con il servizio navetta offerto da alcune strutture. 

© Riproduzione Riservata