Notizie campeggi

Camping Spagna, proroga ai nuovi obblighi sui dati sensibili

Il Regio Decreto non piace alla FEEC che ritiene poco opportuno domandare più dei dati anagrafici agli ospiti dei camping

Come utilizzare i dati forniti dagli ospiti nei campeggi? In Spagna il ministero dell’Interno ha dato alla proroga del periodo transitorio di registrazione dei documenti, in scadenza il prossimo 2 giugno. In altre parole, è prorogata fino al 31 gennaio 2024 l’obbligo di comunicazione della documentazione contenenti i dati dei clienti che prenotano o soggiornano negli esercizi turistici iberici.

Cosa succede ai campeggi? Le strutture avranno nove mesi in più per prepararsi alla proroga e dal 1° febbraio attenersi alle disposizioni del Regio Decreto, che contiene gli obblighi di registrazione documentale e di informazione delle persone fisiche o giuridiche che svolgono attività di alloggio e noleggio di autoveicoli.

La scelta della proroga piace alla Federazione spagnola dei campeggi (FEEC), perché giudica irrealizzabile questo nuovo sistema. «Oltre al fatto che siamo contrari a chiedere al viaggiatore informazioni che non siano in un documento ufficiale (carta d’identità o passaporto). La richiesta di questi dati aumenterebbe il lavoro all’accoglienza e la responsabilità assunta dagli stessi campeggi” – spiegano dalla FEEC – continueremo a lavorare affinché questo Regio Decreto venga modificato“.

© Riproduzione Riservata